Prezzo online

Giorgio Nada Editore

KAWASAKI. La storia

48,00 €

40,80 €

Risparmia 15%

Spedizione gratuita per ordini a partire da 69 euro

KAWASAKI. La storia

Disponibilità immediata!

100% secure payments

Codice di riferimento 70698H

Dal 1977 nel cuore di Milano

Concessionario dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato

Operatore Professionale Oro (OPO)

Autorizzazione Banca d'Italia n°500823

Spedizioni rapide e resi gratuiti

Consegna gratuita oltre i 69€

Pick e Pay!

Ritira il tuo ordine direttamente in negozio

Descrizione

La storia di Shozo Kawasaki, un nome divenuto leggenda e trasformato in mito, un racconto centenario, una fiaba d’altri tempi. Un eco cosmico che custodisce le gesta di un uomo il cui nome già racchiudeva quelle quattro perfette sillabe, come l’urlo di un propulsore quattro tempi 4 cilindri in linea frontemarcia. Dalle origini, datate 1878, delle prime produzioni nel settore navale, a quelle aeronautiche, ferroviarie, automobilistiche, edili, fino a giungere alle realizzazioni di modelli motociclistici, motivo principale della stesura di quest’opera. 'Kawasaki La Storia' contiene le produzioni del settore motociclistico di Casa Akashi, dal 1952 sino a oggi; con fotografie, schede tecniche, model code e caratteristiche di ogni singola realizzazione a due, tre e quattro ruote. Contenuti impreziositi dal settore Kawasaki Racing; con la storia di piloti, moto, tecnica, eventi, titoli mondiali, vittorie, record, battaglie epiche e molto altro ancora. Un viaggio lungo ben 65 anni, periodo nel quale il colosso Kawasaki Heavy Industries ha saputo unire tradizione e sviluppi tecnologici in un connubio di rara passione, trasferendo il particolare sentimento nella produzione storica ed attuale delle proprie motociclette. La prova tangibile che tutto può essere creato, ma che nulla può essere dimenticato.

Specifiche

  • Autore/i: Giovanni Iodice
  • Formato: 26x25 cm
  • Pagine: 384
  • Foto: centinaia a colori
  • Cartonato con sovraccoperta
  • Testo: italiano

Dati tecnici

Genere Moto

Cosa dicono di noi